Archive for the 'Poesia' Category

The last thing he saw was that heavenly light

Di tutti gli sport “americani”, l’hockey è l’unico che non ho mai seguito. Eppure proprio stasera, dopo aver terminato la prima, intensissima stagione di “The Americans“, mi trovo qui a raccontarvi una canzone dell’amato Warren Zevon, proprio su questo sport.

O, meglio, su un suo immaginario protagonista. Una di quelle tante “storie” che Warren ci ha regalato negli anni. Si tratta di Continua a leggere ‘The last thing he saw was that heavenly light’

Pure poeta fu?

Si dice che questa fu l’espressione adoprata dal nostro Prof. di ‘Disegno’ (Educazione Artistica?!) del Liceo, il mitico C.d.S., per commentare una illustrazione di non so bene chi…era una illustrazione di un passaggio della Divina Commedia…e ovviamente sotto il dipinto erano stati posti i versi del Padre Dante…me lo immagino, un po’ curvo e nel gesto di aggiustarsi gli occhiali, esclamare nella sua profonda ingenuita’ e col suo accento salernitano: “Ah…pure poeta fu?”

…di certo non si trattava di una della magnifiche incisioni (‘engravings’, se vi capita di leggerlo in inglese…) di Gustave Dore’, attraverso le quali un po’ tutti abbiamo imparato ad immaginare gli episodi delle tre Cantiche…anche se e’ bene sapere che il nostro ha “ingravato” un po’ tutti…dal Paradiso Perduto, al Don Quixote (“Chisciotte”…proprio con “tte” nella versione di Guccini…)…l’Orlando Furioso e la Bibbia

…ma oggi volevo parlarvi di un altro mio ‘Eroe’…anzi, mi sorprendo del fatto che ancora non sia finito su queste mie sconclusionate e singhiozzate pagine…

In queste ultime settimane e’ tornato a riempire le mie giornate…e ancora spero presto in una occasione per poterlo condividere con qualche anima fortunata…si tratta di Continua a leggere ‘Pure poeta fu?’

Desiderio inesauribile di canto

Il 21 Settembre del 19 a.C. moriva a Brindisi (Publio) Virgilio (Marone). Come penso di aver già scritto, Virgilio è l’autore che il Professor Marra ci aveva proposto per la parte monografica del suo corso di letteratura latina durante il quarto anno del liceo. Per un anno, Bucoliche, Georgiche e, seppure in parte minore, l’Eneide hanno riempito i miei (non così pieni!) pomeriggi di studio. Inoltre, la figura e tutta l’opera di Virgilio costituiscono un contributo decisivo alla “Commedia” dantesca (Virgilio è al fianco di Dante per le prime due cantiche, e tutto l’Inferno è costellato di riferimenti all’Averno virgiliano, dove Enea si reca nel canto VI dell’Eneide)…

Questa è un’ottima occasione, pertanto, per rinverdire un po’ di quelle cose sulle quali non torno da tanto, ma che sono legate ad un periodo felicissimo, se non forse sul fronte personale, di certo su quello dello studio, della mia vita.

Chi non ha studiato al liceo la prima Bucolica?! Quel

Tityre, tu patulae recubans sub tegmine fagi […]

che molto spesso ho sentito “cantilenare” anche ai meno ben disposti verso il latino!

Tuttavia, in questa occasione vorrei soffermarmi sulla conclusione del componimento, che secondo me offre un momento di poesia veramente delicato ed intimistico, proprio dell’opera di Virgilio. Continua a leggere ‘Desiderio inesauribile di canto’

Dalle parti del Soratte…

Ieri sera sono tornato a mangiare da “Gusto al Borgo“, agriturismo gestito da Paola e Franco Angelelli nella Sabina…assieme a Porèt, Ghisa, Nik, Kate et al…Cibo molto buono e porzioni anche troppo abbondanti…del resto, andare lì con il nipote dei proprietari deve nascondere qualche vantaggio…

Ovviamente, non è di questo che volevo parlare! Venendo da Roma, per raggiungere la meta dei nostri desideri culinari, abbiamo lasciato l’A1 all’uscita Ponzano/Soratte…

Continua a leggere ‘Dalle parti del Soratte…’

…finché il Sole risplenderà su le sciagure umane

Oggi ricorre l’anniversario della morte di Ugo Foscolo. Come già detto, in questi giorni non ho la possibilità di dedicarmi alla scrittura…post completi in arrivo. Pensavo di raccontare un po’ il mio amore per il componimento “Dei Sepolcri” di questo autore. Sarà una buona occasione per inanellare qualche post sulla poesia romantica, soprattutto inglese…e per tornare sul tema della traduzione!

A presto.

Er Caffettiere Fisolofo

Ieri, 7 settembre, ricorreva l’anniversario della nascita di Giuseppe Gioacchino Belli (1791), che imparai ad amare durante il liceo per opera (e come diversamente?!) del Professor Gabriele Marra da Spoleto, tanto da sceglierlo come “autore a piacere” all’esame di maturità)…Non l’ho ricordato qui ieri perché abbiamo parlato d’altro…ma gli rendiamo prontamente omaggio adesso.

Come spero molti sapranno, il Belli è passato alla notorietà attraverso i suoi (circa 2200) “Sonetti Romaneschi”; forse pero’ pochi sanno che Continua a leggere ‘Er Caffettiere Fisolofo’

Una lezione su Guido Gozzano

Nella mattinata di ieri, martedì 11 marzo 2008, sono stato invitato da una mia amica, insegnante di Lettere presso un liceo romano, a tenere una lezione sul poeta torinese Guido Gozzano e sull’influenza che ebbero sulla sua opera alcune pagine di Gabriele D’Annunzio (che nasceva a Pescara nella data di oggi, 12 marzo, nel 1863). Per l’occasione, ho scritto delle brevissime note, più che altro per fornire agli studenti dei testi da leggere; le riporto qui, nel caso vi andasse di dar loro un’occhiata: Continua a leggere ‘Una lezione su Guido Gozzano’

Stop all the clocks…

Ieri (i.e. quando avrei dovuto scrivere questo post!) ricorreva l’anniversario della nascita del poeta americano Wystan H. Auden (New York, 21/2/1907 – Vienna, 29/9/1973). Confesso, non so assolutamente nulla di questo autore…se non che una sua poesia è citata in uno dei miei film preferiti, “Quattro Matrimoni e un Funerale” (“Four Weddings and a Funeral“, 1994) di Mike Newell. Mi dicono che la stessa poesia sia citata anche ne “L’Attimo Fuggente” (“Dead Poet Society“, 1989) di Peter Weir…uno di quei film che valuto come “un bel film”, ma che non ho quasi mai voglia di rivedere, cosa che al contrario accade per moltissimi altri, molto meno validi. In ogni caso, non ricordo questo momento del film.

La ricorrenza ha suggerito (ove necessario…) l’occasione per rivedere “Quattro Matrimoni…”

Continua a leggere ‘Stop all the clocks…’


Sentitevi liberi di lasciare un commento o una traccia del vostro passaggio. Mi farà piacere!...e votate i post!

I preferiti da voi

RSS FaceBook

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Notizie condivise

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Quanti passano da qui?

  • 25.532 visite