Posts Tagged 'wikipedia'

And the bells were ringing out for Xmas day

Questa e’ una canzone dei Pogues, “[…] la band con il piu’ alto tasso alcolico degli ‘80 […]”, capitanata da “[…] Shane McGowan, spettacolare esempio di talento votato all’autodistruzione, […] maschera sdentata che canta a squarciagola […]”. Una band dal reportorio da trattoria irlandese, una ciurma di musicisti che suona qualsiasi tipo di strumento…ciurma allo sbando come nella “rivisitazione” de “La Zattera della Medusa” di Gericault che fa da copertina al secondo album, “Rum, Sodomy & the Lash” dell’85, “[…] struggente e chiassoso come una bevuta d’addio […]” (tutte le citazioni da “Rock – 500 dischi fondamentali”, Ed. Giunti 2002).

pogues zattera

Questo disco e’ forse piu’ organico del successivo “If I Should Fall from Grace with God”, uscito 3 anni piu’ tardi, ed e’ prodotto nientemeno che da Elvis Costello, il quale a fine session si allontanera’ dal gruppo, portandosi via anche la bassista Cait O Riordan, che diventera’ sua moglie (in anni recenti, il buon EC ha preso una seconda moglie “musicale”, la brava Diana Krall). I Pogues non la prenderanno benissimo, attaccando Costello nel brano “Fiesta” su “If I Should…” (vedi “24000 dischi”, Ed. Zelig 2004).

Le due punte di diamante – imho, ovviamente – di questo terzo album (prodotto da Steve Lillywhite, uno che ha prodotto veramente di tutto!) sono pero’ Continua a leggere ‘And the bells were ringing out for Xmas day’

Stop all the clocks…

Ieri (i.e. quando avrei dovuto scrivere questo post!) ricorreva l’anniversario della nascita del poeta americano Wystan H. Auden (New York, 21/2/1907 – Vienna, 29/9/1973). Confesso, non so assolutamente nulla di questo autore…se non che una sua poesia è citata in uno dei miei film preferiti, “Quattro Matrimoni e un Funerale” (“Four Weddings and a Funeral“, 1994) di Mike Newell. Mi dicono che la stessa poesia sia citata anche ne “L’Attimo Fuggente” (“Dead Poet Society“, 1989) di Peter Weir…uno di quei film che valuto come “un bel film”, ma che non ho quasi mai voglia di rivedere, cosa che al contrario accade per moltissimi altri, molto meno validi. In ogni caso, non ricordo questo momento del film.

La ricorrenza ha suggerito (ove necessario…) l’occasione per rivedere “Quattro Matrimoni…”

Continua a leggere ‘Stop all the clocks…’


Sentitevi liberi di lasciare un commento o una traccia del vostro passaggio. Mi farà piacere!...e votate i post!

I preferiti da voi

RSS FaceBook

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Notizie condivise

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Quanti passano da qui?

  • 25.532 visite